baghera è detta bughy perchè "corta"; è una mezza persiana con la coda a fulmine che mi aiuta a badare a tutti gli amici/mici...

venerdì 18 aprile 2014

dalla parte dell'agnello 2

 
questa è una delle immagini meno cruente che rappresenta il momento presente...
se il "rispetto delle tradizioni" dietro il quale ci si nasconde per togliere la vita a neonati che sanno ancora di latte e se dopo aver ben guardato questa foto rimarrà ancora appetito, allora buona Pesach che dall'ebraico significa "passare oltre".
No, non passate oltre ma riflettete quale sia il vero significato di quello che per tradizione andate a festeggiare... 


13 commenti:

elenamaria ha detto...

Sono perfettamente d'accordo con te. Non solo a Pasqua. Auguri.

Sara ha detto...

io ho postato un video.
Buona Pasqua senza agnello!!!

Maura ha detto...

@elenamaria
Si, non solo a pasqua e non solo agnelli...

@Sara
Ne avevo notato l'esistenza girando sul web, ma ti confesso che non ho il coraggio di vederlo...

Xavier Queer ha detto...

Postare video e foto non basta, l'uomo può vivere benissimo anche senza nutrirsi di carne. Mangiare dei cadaveri è orribile. Io sono vegano, non pretendo che lo diventino tutti però... pensateci.
Un abbraccio
Xavier

mirtilla ha detto...

Sono d'accordissimo cara Maura !!!!E non solo a Pasqua...sempre!!!!!! Tanti tanti auguri a te e ai tuoi cari dolcissima Maura.Ti abbraccio stretta stretta.

Zio Scriba ha detto...

Si festeggia niente più che una Rinascita Primaverile, che non dovrebbe coincidere con decessi di neonati (che fra l'altro - lontano ricordo di quando mi costrinsero ad assaggiarli - hanno pure, GIUSTAMENTE,un sapore schifoso).
Purtroppo fa parte del lato religioide-superstizioide della cosa: siccome celebrano un rituale di passaggio nel ciclo della vita, devono offrire assurdi sacrifici all'immaginaria divinità...

Un abbraccio.

Rita ha detto...

Chi mangia questi cuccioli dovrebbe almeno avere il coraggio di guardarli negli occhi.
E il discorso vale per ogni altro individuo senziente.

Auguri cara amica. Un abbraccio. :-)

Nella Crosiglia ha detto...

Maura cara , ho visto il tuo gatto e mi hai incuriosita..sono entrata e mi si è rotto un pezzo di cuore , io che sono appena uscita dall'ospedale per una fibrillazione..
Non so come si possnoa mangiare queste creature , così tenere e ucciderle in una maniera tanto barbara!
Mi sono iscritta perchè hai un blog veramente di carattere..
Spero in un tuo ricambio!
Un abbraccio Pasquale!
http://rockmusicspace.blogspot.it/

Pyros & Patch ha detto...

Cara Maura, anche la nostra Pasqua sarà "dolce",non avendo l'abitudine di consumare carne in nessun periodo dell'anno.Le immagini sono raccapriccianti, ma secondo noi il problema inizia già negli allevamenti, dove migliaia di piccoli vengono lasciati morire perchè crescerli rappresenterebbe un costo, rimanendo invariata la produzione di latte,uova.. (riguarda pure vitelli e pulcini), ufficialmente mai nati... in barba alle statistiche... , Un Abbraccio!!!
Davide e Carmela

Alligatore ha detto...

Brava, ben fatto, bisogna avere il coraggio di mostrare queste immagini ... se molta gente vedesse cosa succede nei macelli, calerebbe molto il consumo assurdo di carne.

RobbyRoby ha detto...

Ciao
non solo Pasqua ma ogni giorno dell'anno.
Quando penso agli agnellini, mi vengono in mente anche gli altri animali come i vitelli.

Costantino ha detto...

Attratto dal titolo, ho scoperto questo bellissimo blog, che parla di gatti, fiori, affetti, e insegna il rispetto per gli amici animali.

Lufantasygioie ha detto...

buon fine settimana Maura!
baci