baghera è detta bughy perchè "corta"; è una mezza persiana con la coda a fulmine che mi aiuta a badare a tutti gli amici/mici...

venerdì 20 gennaio 2012

dal sito ufficiale della LAV

  • VIVISEZIONE: primo "si" Emendamento a Direttiva UE
    • 19/01/2012
    • Soddisfazione” è stata espressa dalla LAV-Lega Anti Vivisezione per il primo Sì, votato oggi dalla Commissione politiche europee della Camera dei Deputati, sull’emendamento alla Direttiva europea nella Legge Comunitaria.
      fotoLa chiusura di Green Hill, il divieto di alcune forme di sperimentazione sugli animali, l’incentivazione dei metodi alternativi, possono essere una realtà grazie al testo proposto dalla Commissione Affari Sociali di Montecitorio - dice la LAV – si tratterebbe di concreti passi in avanti, con nostro obiettivo l’abolizione della vivisezione, per controbilanciare i nefasti effetti della direttiva approvata a Bruxelles un anno e mezzo fa e che l’Italia deve recepire, volente o nolente, entro il novembre prossimo”.
      Chi contrasta questo emendamento è chi vuole, di fatto, continuare a fare di tutto, su tutti gli animali, e continuare a tenere aperti allevamenti come quello di Green Hill in Lombardia. Il miglior risultato ad oggi ottenibile dalla politica italiana – conclude l’associazione animalista – ringraziamo i deputati che contro la politica del “tanto peggio tanto meglio” stanno riuscendo a ottenere un importante risultato che ora andrà confermato dall’Aula di Montecitorio e rappresenterà il vincolo per la stesura del nuovo Decreto Legislativo italiano da cui non si potrà tornare indietro. Per l’utilizzazione dei randagi, infine, l’Italia ha già in vigore il divieto del loro utilizzo, contenuto fin dal 1991 nella Legge 281 su cani e gatti”.
      La LAV, infine, è copromotrice con Enpa, Oipa, Limav, Lega nazionale per la difesa del Cane e I-Care di un convegno proprio sull’emendamento votato, che si svolgerà mercoledì 1 febbraio presso la Sala delle Colonne della Camera dei Deputati (ore 9-13).


    Riporto pari-pari quanto pubblicato ufficialmente dalla LAV e anche da altri quotidiani nazionali.
    Mi auguro,come tutti quelli che amano e rispettano gli animali, che tutto prosegua positivamente e soprattutto velocemente perchè ogni giorno che passa è un giorno di sofferenza INUTILE per Loro!
      Inutile, mostruosa, che non dà nessuna certezza del fine raggiunto, se non quello della sofferenza atroce subita da  quei poveri esseri.
    Io mi chiedo spesso: chi siamo noi per decidere del destino degli altri?

    3 commenti:

    Sara ha detto...

    Io da ignorante , ho dubbi su questo tipo di ricerca scientifica. Anche la finalità della salute umana, credo che sia una scusa per nascondere dei grossi, grossissimi, giri economici.

    maura ha detto...

    Il denaro è lo sponsor ufficiale delle sofferenze del mondo; guarda quanti conflitti lo frustano a tutt'oggi!
    E comunque gli esperimenti che vengono condotti nei vari green hill sono totalmente inutili, poichè nell'uomo non c'è la stessa risposta che nell'animale.
    Ne parlavo recentemente con Biancaneve, con la quale sostenevo che gli esperimenti gli scienziati dovrebbero farli su se stessi...

    Martigot ha detto...

    Non c'è dubbio che anche la vivisezione prosperi per i soliti interessi economici che stanno dietro ad un sacco di altre cose deprecabili.
    Ma è inquietante pensare che ancora oggi, negli anni 2000,con tutta la nostra presunta civiltà, con tutto il nostro cosiddetto progresso e la nostra tecnologia pratichiamo ancora la sperimentazione su animali, sia per la ricerca medica che, forse ancora peggio, quella cosmetica.
    Secondo me è una cosa eticamente sbagliata, prima di tutto, e poi anche inutile, dato che un "modello animale" (che brutta espressione) non è un essere umano.
    Concordo con te, Maura. Che se li facessero sulla propria pelle, gli esperimenti!